FVG ORCHESTRA CON SOLISTI E SOLISTE




Oberdrauburg, rovine del castello di Hohenburg

google maps

Mercoledì 11 agosti 2021
ore 19.00

Fair-Use-Regelung: Wenn Sie
eine Zählkarte haben, aber nicht
zum Konzert kommen können, informieren Sie uns bitte
umgehend, damit wir Ihren Platz
weitergeben können.

Cembali: Anna Kiskachi, Eva Dolinšek, Alberto Busettini, Alberto Gaspardo
Maestro concertante: Conor Gricmanis, violino


„Metamorfosi – da Vivaldi a Bach“

Il progetto di sviluppo regionale transfrontaliero “VivaBach – in cammino/Reisewege” segue un’idea affascinante: immagina che manoscritti di musica siano entrati in circolazione nelle nostre valli all’inizio del XVIII secolo quando i grandi musicisti della Serenissima, viaggiando verso le corti dell’Europa settentrionale, si trovavano a transitare sulle nostre strade.
Vivaldi e Bach erano i corifei di questo tempo e conoscevano i lavori l’uno dell’altro. “VivaBach” si avventura alla ricerca dei percorsi di viaggio di quel tempo e fa rivivere l’incontro tra la musica del sud e quella del nord.

Il “concerto per quattro clavicembali secondo Vivaldi” BWV 1065 è l’unica composizione di Bach per cembalo, che non scaturisce dal suo genio. È una lavorazione del Concerto n. 10 op. 3 per 4 violini, violoncello ed archidi Antonio Vivaldi.  Bach integra lo spartito di Vivaldi con alcuni dettagli, rendendo più pronunciata la linea dei bassi. I quattro cembali sono usati individualmente o assieme, con o senza accompagnamento dell’orchestra, effetti sonori che rappresentarono una novità ai tempi di Bach. Egli dà spazio ai solisti, a ciascuno infatti spetta un’entrata in scena di tutto rispetto. Ascolteremo entrambe le versioni dell’opera: l’originale di Vivaldi con quattro violini e l’elaborazione di Bach con quattro cembali.

VIA IULIA AUGUSTA SPECIAL:

Prima del concerto: visita al Museo di archeologia e storia degli insediamenti