Concerti estivi 2020 sulla Via Iulia Augusta 2020:

“Cambiare aria”

Dieses Bild hat ein leeres Alt-Attribut. Der Dateiname ist mohn.png

„Non come soffia il vento, ma come si alzano le vele, é questo che conta!“

Chi avrebbe mai immaginato che i vecchi soggiorni climatici sarebbero tornati improvvisamente così attuali?

I paesi lungo il percorso dell’antica Via Iulia Augusta – Kötschach-Mauthen, Dellach e Oberdrauburg – hanno molto da offrire per una bella villeggiatura. Oltre alla bellezza delle montagne e al clima sano, vi si incontrano anche eccellenti musicisti e musiciste provenienti da tutta l‘Austria e dall‘Italia che portano una ventata d‘aria fresca alle orecchie degli spettatori affamati di cultura dopo ildigiuno imposto dal lockdown.

L‘aria fresca ci fa tirare un sospiro di sollievo, e ci fa rizzare le orecchie: quando nelle corde vocali di una cantante, nel bocchino di uno strumento a fiato o nel mantice di una fisarmonica, l’aria si trasforma in suono. Esso può ammaliare per la sua armoniosità o disturbare per la sua dissonanza – in ogni caso, come dice il famoso fisarmonicista e compositore austriaco Otto Lechner, l‘aria cambia positivamente e un po’ anche il clima sociale.

E’ raro trovare altrove una varietà musicale, un panorama sonoro così ampio come in Austria, affermano le musiciste della brass band femminile quinTTTonic, e questa ricchezza di sfaccettature è il baricentro dell‘estate del 2020: dal Wienerlied e “Dudeln” (una tecnica vocale nominata patrimonio culturale dell’umanità) alla musica classica, passando per il klezmer e il jazz fino alla world music dei Balcani. Verrà invece riprogrammato per la prossima estate l’omaggio a Beethoven per il 250esimo anniversario dalla nascita.

Il timbro prevalente di questa estate è l’ottone: ascolteremo un gran numero di strumenti brass nei concerti sulla Via Iulia Augusta, suonati in modo straordinario da uomini e donne.

Il vento soffia ovunque un po’ diverso. Spiegate le vele e venite dove suona la musica: svariate ed insolite le sedi dei concerti, tra cui una chiesa, un castello in rovina, la terrazza panoramica di un ospedale, un lago verdeggiante ed un grande capannone industriale vuoto che risorgerà presto a nuova vita. Vi attendono otto esperienze sonore squisite, e numerosi extra per esplorare le localitИ circostanti.

Saranno lieti di darvi il benvenuto

Helga Pöcheim, direttrice della rassegna Via Iulia Augusta Konzertsommer, e il suo team
Mag.(FH) Josef Zoppoth, sindaco di Kötschach-Mauthen
Johannes Lenzhofer, sindaco di Dellach
Stefan Brandstätter, sindaco di Oberdrauburg